16°Quadriennale d’Arte

Dettagli

Tipologia:
Mostre/Mercati e Fiere
Data:
Dal 13/10/2016 al 08/01/2017
Indirizzo:
Palazzo delle Esposizioni - Via Nazionale, 194 - Roma
Orario:
Gio-Dom 10:00-20:00, Ven e Sab 10:00-22:30
Ingresso:
gratuito
Prezzo:
Intero 10,00 Euro - Ridotto 8,00 Euro - Gratis fino a 6 anni
Telefono:
+39 06 39967500
Codice evento:
19348
Voti
2016
22
2.7
Rating:
Attenzione: non è possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine
Regolamento: http://www.italive.it/regolamento

 
Torna dopo otto anni la Quadriennale d’Arte al Palazzo delle Esposizioni  di Roma con il titolo “Altri tempi, altri miti”. La mostra si colloca in una grande tradizione storica, rivitalizzata con formule di produzione innovative e pratiche espositive non convenzionali per perseguire con maggiore efficacia il proprio mandato: proporre una mappatura delle arti visive contemporanee in Italia.

 

Un evento imperdibile per gli amanti dell’arte e per chi è interessato alle tendenze della cultura contemporanea. La 16a Quadriennale presenta 99 artisti e 150 opere per una mappatura delle produzioni artistiche in Italia dopo il 2000. La visita della mostra è un viaggio negli immaginari della nostra epoca, di cui propone una narrazione a più voci, affidata a undici tra i migliori talenti curatoriali del nostro Paese. Un viaggio stimolante, di cui gli spettatori possono decidere l’itinerario scegliendo da quale delle dieci sezioni espositive partire.

Ciascuna sezione della mostra approfondisce un tema, un’attitudine, un’atmosfera di inizio Duemila, con un flusso di rimandi che il pubblico potrà cogliere nel corso della visita in un crescendo di suggestioni. Questo perché la Quadriennale non è una mostra a tesi, ma un’esperienza coinvolgente che invita gli spettatori a creare proprie “nuvole di tag” per provare a decifrare i caratteri del nostro tempo.

Diverse sono le chiavi di lettura che emergono dalle sezioni espositive. Come la tentazione di vivere slow, lontano dalle grandi città, anche se in una dimensione iperconnessa come l’attuale che spesso però ci sfugge di mano. Oppure il coraggio di dire “no” per uscire dagli schemi o mettere in discussione modelli precostituiti. E ancora: il senso della comunità, delle relazioni interpersonali. Il work in progress, la dialettica come metodo di avvicinamento alla realtà. La ricerca di nuovi spazi dove ripensare le regole del nostro vivere. Il riuso dei materiali come pratica di rigenerazione. La straordinaria ricchezza dei nostri sguardi quando chiudiamo gli occhi, in un altrove in cui ci è possibile costruire nuove relazioni di senso. Senza mai perdere di vista, però, i grandi temi connessi alla cosa pubblica.


Calcola il percorso per raggiungere l'evento

Mappa

Percorso

  • http://www.autostrade.it
  • http://www.coldiretti.it
  • http://www.codacons.it
  • http://www.markonet.it