Domenica Medievale alla Rocca di Angera

Dettagli

Tipologia:
Eventi Folkloristici e
Rievocazioni storiche
Data:
01/10/2017
Indirizzo:
Rocca di Angera - Angera - Varese
Codice evento:
25154
Voti
2017
17
3.5
Rating:
Attenzione: non è possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine
Regolamento: http://www.italive.it/regolamento

La Rocca di Angera, uno dei più importanti monumenti del Medio Evo nel Nord Italia, rivive, domenica 1° ottobre, l’epoca che l’ha vista sorgere.
Per l’intera giornata, l’antico maniero dei Borromeo affacciato sulla sponda lombarda del Lago Maggiore, farà da perfetto sfondo ad una giornata di gran festa, con accampamenti, sbandieratori, menestrelli e cantastorie. 
I visitatori saranno invitati a partecipare a giochi e tornei, misurarsi con il tiro con l’arco, assaggiare l’antica bevanda dell’idromele, ascoltare le indicazioni dell’erborista o le divinazioni della cartomante. 
Non mancheranno le botteghe degli artigiani: il falegname, il pellaio e la sarta mostreranno le loro produzioni di spade di legno, elmi, scudi, archi e coroncine di fiori.
Il 1° ottobre sarà anche l’occasione per scoprire o rivedere gli sviluppi del Giardino Medievale creato nel 2007 per volere della proprietà. Un museo all’aria aperta dove piante, percorsi, fiori e prospettive concorrono a far rivivere ciò che era il giardino nel medioevo. Dalle erbe medicinali a quelle tintore, a uso alimentare o le erbe per scacciare il malocchio o i fiori che, con i loro simboli, servivano a trasmettere segreti messaggi tra gli innamorati. Qui non ci sono forzature, ma la riscoperta della pianta “originaria”, quella che è presente in natura spontaneamente, che non conosce l’intervento umano e le contaminazioni culturali tipiche dei secoli seguenti. 
Inoltre sarà possibile visitare le sale interne della Rocca: la Sala della Giustizia dove un ignoto ma abilissimo Maestro ha creato un capolavoro d’arte e di racconto storico, descrivendo, a fresco, le vicende dell‘arcivescovo Ottone Visconti, vincitore della battaglia di Desio del 1227. Gli eleganti saloni del Buon Romano, della Mitologia, delle Cerimonie, di San Carlo, dei fasti Borromeo, dove immense tele, ritratti, arredi ricordano i grandi personaggi che qui passarono, non ultimo San Carlo Borromeo.
Un tuffo nella storia anche grazie al Museo della Bambola e del Giocattolo, il più grande d’Europa che accoglie migliaia di poupées, giocattoli, automi, case in miniatura di ogni epoca e di molti paesi.


Calcola il percorso per raggiungere l'evento

Mappa

Percorso

  • http://www.autostrade.it
  • http://www.coldiretti.it
  • http://www.codacons.it
  • http://www.markonet.it