La fine dell’innocenza. Il cinema di Massimo Dallamano

Dettagli

Tipologia:
Cultura/Musica e Spettacolo
Data:
Dal 02/10/2017 al 06/11/2017
Indirizzo:
Casa del Cinema - Largo Marcello Mastroianni, 1 - Roma
Ingresso:
gratuito
Telefono:
060608
Codice evento:
25308
Voti
2017
16
2.5
Rating:
Attenzione: non è possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine
Regolamento: http://www.italive.it/regolamento

A cent’anni dalla nascita, la Cineteca Nazionale e la Casa del Cinema festeggiano il grande direttore della fotografia e abile cineasta Massimo Dallamano (Milano, 17 aprile 1917 - Roma, 14 novembre 1976) con una rassegna di film da lui diretti.
 
La fine dell’innocenza.
Il cinema di Massimo Dallamano
 
Dal 2 ottobre al 6 novembre
 
Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti
 
A cent’anni dalla nascita, la Cineteca Nazionale e la Casa del Cinema festeggiano il grande direttore della fotografia e abile cineasta Massimo Dallamano (Milano, 17 aprile 1917 - Roma, 14 novembre 1976) con una rassegna di film da lui diretti.
 
Dopo la formazione al Centro Sperimentale di Cinematografia nei primi anni quaranta, Dallamano esordisce come operatore e direttore della fotografia di documentari a cortometraggio. Nel 1945 passa al cinema di finzione fotografando un film di Gianni Vernuccio, preludio ad una carriera ventennale interamente dedicata alla professione di direttore della fotografia. Sua l’illuminazione di numerosi film storici e non solo (Mattatore, America di notte). Nel 1967 avviene il passaggio alla regia con la direzione del western Bandidos, firmato con lo pseudonimo Max Dillman. La sua carriera prosegue con la realizzazione di prodotti di genere di ottima fattura come il giallo Cosa avete fatto a Solange? e il poliziesco La polizia chiede aiuto.
 
Nella sua filmografia si ravvisa un’attenzione ai corpi, soprattutto quelli giovanili, in cui – come in un romanzo di formazione ottocentesco – l’innocenza è sopraffatta dall’esperienza, dal cinismo, da uno sguardo esistenziale che drammaticamente diviene adulto. Nel suo cinema l’innocenza non è mai esistita nella sua totalità, perché turbata da una carnalità mai doma, che anche uno schermo cinematografico non riesce a imprigionare. Ci ha provato spesso la censura – la via crucis di Venere in pelliccia è un esempio eclatante! – rendendo tuttavia le sue opere, oggetti di culto, spesso anche misteriosi nelle varie versioni e varianti spurie.
 
PROGRAMMA
 
Lunedì 2 ottobre | IL POLIZIESCO
ore 15.00 | La polizia chiede aiuto di Massimo Dallamano (1974, 91’)
Vietato ai minori di anni 14
 
ore 17.00 | Quelli della calibro 38 di Massimo Dallamano (1976, 103’)
Vietato ai minori di anni 14
 
Lunedì 9 ottobre | IL THRILLER E L’HORROR
ore 15.00 | Cosa avete fatto a Solange? di Massimo Dallamano (1972, 106’)
Vietato ai minori di anni 18
 
ore 17.00 | Il medaglione insanguinato - Perché? di Massimo Dallamano (1975, 87’)
Vietato ai minori di anni 14
 
Lunedì 16 ottobre | IL FILM MALEDETTO
ore 15.00 | Venere in pelliccia di Max Handmann [Massimo Dallamano] (1969, 90’)
 
ore 17.00 | Le malizie di Venere di Max Dillmann [Massimo Dallamano] (1975, 83’)
Si ringrazia la Surf Film per aver concesso la visione delle due differenti versioni del film
Si consiglia la visione dei due film a un pubblico adulto
Lunedi 23 ottobre | L’EROTICO/ESOTICO
ore 15.00  | Innocenza e turbamento di Massimo Dallamano (1974, 95’)
Vietato ai minori di anni 18
 
ore 17.00 | Italiani nel mondo di Massimo Dallamano (1965, 12’)
a seguire La fine dell’innocenza di Massimo Dallamano (1976, 85’)
Vietato ai minori di anni 18
 
Lunedì 6 novembre | LE ULTIME FRONTIERE
ore 15.00 | Il dio chiamato Dorian di Massimo Dallamano (1970, 90’)
Vietato ai minori di anni 18
 
ore 17.00 | Bandidos di Max Dillman [Massimo Dallamano] (1967, 95’)
Vietato ai minori di anni 14


Calcola il percorso per raggiungere l'evento

Mappa

Percorso

  • http://www.autostrade.it
  • http://www.coldiretti.it
  • http://www.codacons.it
  • http://www.markonet.it