Visite guidate a tema al complesso museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio

Dettagli

Tipologia:
Cultura/Musica e Spettacolo
Data:
14/05/2017
Indirizzo:
Arco - Trento
Orario:
dalle ore 10.00 alle ore 17.00
Prezzo:
E 5.00
Codice evento:
23073
Voti
2017
19
3.4
Rating:
Attenzione: non è possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine
Regolamento: http://www.italive.it/regolamento

Domenica 14 maggio 2017, il Complesso del Purgatorio ad Arco arricchirà il proprio percorso di visita ripercorrendo le origini del culto Mariano e della Festa della Mamma.

Nella giornata dedicata alle Madri, nel mese dedicato alla Madonna e nella chiesa dedicata a Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, le opere presenti saranno il filo conduttore di un percorso ricco e affascinante; dalla Madonna delle anime purganti,  pala d'altare di Massimo Stanzione, a Sant’Anna offre la Vergine bambina al Padre eterno, realizzata dal pittore Giacomo Farelli; dalla Madonna delle Grazie che  si trova nell’altorilievo di marmo posto alla destra dell’altare, alla   Madonna della purità, copia seicentesca  del dipinto di Luis de Morales esposta nella sagrestia;  e ancora l'Assunta, dipinto settecentesco attribuito a Paolo De Matteis, e l’Immacolata di Michelangelo Buonocore, allievo del De Matteis, esposti nel piccolo e delizioso Oratorio annesso alla Sagrestia della chiesa, senza dimenticare  il rilievo posto sul portale maggiore all'ingresso della chiesa dove la Madonna, il bambino e le anime del purgatorio, accolgono ed invitano il passante ad entrare.

I rituali della devozione Mariana nascono nel Medioevo, quando, nel tentativo di cristianizzare le feste pagane in onore della natura e della dea Maia, si pensò di sostituire Maia con Maria, la Santa Vergine, rosa più bella del giardino celeste che da questo momento diventa non più semplice strumento, l’umile e ubbidiente madre terrena per la realizzazione del piano di salvezza dell’umanità, ma bensì tramite fondamentale tra i fedeli e l’Eterno.

Ad antiche tradizioni pagane, che, nel periodo primaverile, celebravano le divinità femminili legate alla terra e alla sua ritrovata fertilità, sono legate anche le origini della Festa della Mamma. Nell'antica Grecia gli Elleni dedicavano alla loro genitrice un giorno dell'anno: la festa coincideva con le celebrazioni in onore della dea Rea, la madre di tutti gli Dei. Gli antichi romani, invece, intitolavano una settimana intera la divinità Cibele, simbolo della Natura e di tutte le madri.


Calcola il percorso per raggiungere l'evento

Mappa

Percorso

  • http://www.autostrade.it
  • http://www.coldiretti.it
  • http://www.codacons.it
  • http://www.markonet.it