Quel pomeriggio di un giorno da... star

Dettagli

Tipologia:
Cultura/Musica e Spettacolo
Data:
23/01/2017
Indirizzo:
Sala Mille del Palazzo dei Congressi - Riva del Garda - Trento
Orario:
alle ore 21.00
Codice evento:
20935
Voti
2017
17
4.1
Rating:
Attenzione: non è possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine
Regolamento: http://www.italive.it/regolamento

Corrado Tedeschi, Tosca d’Aquino e Augusto Fornari con la compagnia La Contrada - Teatro stabile di Trieste portano in scena lunedì 23 gennaio nella sala Mille del Palazzo dei Congressi di Riva del Garda lo spettacolo di Gianni Clementi «Quel pomeriggio di un giorno da... star», per la Stagione di prosa dei Comuni di Riva del Garda, Arco e Nago-Torbole. Sul palco anche Claudio Moneta, Tullio Sorrentino, Patricia Vezzulli, per la regia di Ennio Coltorti. Inizio alle ore 21.

Ambrogio Fumagalli è un piccolo imprenditore, fondamentalmente onesto, che sta attraversando un periodo di grave difficoltà economica. È oppresso dai debiti e, quando arriva l’ennesima cartella erariale, sprofonda nella disperazione. Fra l’altro, un suo amico, che lavora nella Guardia di Finanza, lo avverte che è oggetto di un’inchiesta e i suoi telefoni sono sotto controllo. Ambrogio non sa davvero che pesci prendere, finché nella sua mente, ormai provata, si fa strada l’unica soluzione possibile: una rapina in banca. Ha bisogno di un complice e mette al corrente del suo progetto Arturo Colombo, il suo contabile. Arturo prova, nei confronti di Ambrogio, una vera e propria venerazione e, seppur con uno scontato timore, aderisce al piano. È sera nella filiale di periferia. Il dottor Gustavo Barbieri, Direttore, la sportellista Debora Locatelli, che ha una relazione clandestina con il Direttore, e il vigilante albanese Adrian Meta, stanno aspettando che l’unica cliente, una giornalista televisiva in disgrazia, Marta Giacomazzi, effettui l’ultima operazione allo sportello quando i due improbabili rapinatori fanno irruzione nell’agenzia. Improvvisare un lavoro non è semplice, improvvisare una rapina tantomeno. La loro goffaggine è davvero superlativa e diventa quasi farsesca, quando inavvertitamente Arturo fa scattare l’allarme e i due si ritrovano, circondati dalla polizia, nella banca con gli ostaggi. Marta Giacomazzi intuisce che finalmente è arrivato il momento del suo riscatto! Una giornalista ostaggio di due rapinatori che trasmette in diretta un’esperienza tanto drammatica! I Tg iniziano a dare la notizia, la strada della filiale viene interdetta al traffico e assediata da curiosi e televisioni. E mentre Ambrogio comincia a realizzare in che guaio si è cacciato, Marta assapora il successo, immagina la sua vita futura, la sua rivincita professionale. Ma cosa succederà davvero in quell’agenzia di periferia?
 


Calcola il percorso per raggiungere l'evento

Mappa

Percorso

  • http://www.autostrade.it
  • http://www.coldiretti.it
  • http://www.codacons.it
  • http://www.markonet.it