Elianto e Altre Storie

Dettagli

Tipologia:
Cultura/Musica e Spettacolo
Data:
22/01/2017
Indirizzo:
Via Avigliana,17 - Almese - Torino
Orario:
17:00
Ingresso:
pagamento
Prezzo:
€5,00
Codice evento:
20845
Voti
2017
15
3.3
Rating:
Attenzione: non è possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine
Regolamento: http://www.italive.it/regolamento

 

La compagnia Fabula Rasa presenta “ELIANTO E ALTRE STORIE” Omaggio a Stefano Benni per il ventennale di Elianto con frammenti di Africanitudine.
Spettacolo di teatro, danza e musica con la danzatrice e coreografa DEBORA GIORDI e i BLACK FABULA,  ragazzi africani richiedenti asilo ospitati dal Comune di Almese dal marzo del 2015.
I diversi quadri dello spettacolo saranno arricchiti dai chitarristi  DAVIDE SGORLON e LUCIO SIMONI, da testi dello scrittore e poeta LINO DI GIANNI, dalle danzatrici della compagnia SOWILO dirette dalla coreografa Simona Brunell,  dal CORO DEI MARESCHI diretto da Lorella Perugi e da bambini e ragazzi di scuole elementari e superiori del territorio.

 

Progetto “BLACK FABULA - A.B.C. ACCOGLIENZA BENE COMUNE”
Lo spettacolo coinvolge dieci ragazzi africani nel contesto di “BLACK FABULA - A.B.C. ACCOGLIENZA BENE COMUNE”, progetto di accoglienza ed integrazione avviato 2 anni fa dal Comune di Almese e dalla compagnia Fabula Rasa  nei confronti di questi giovani richiedenti asilo.
I dieci  ragazzi africani provengono da Mali, Costa D’Avorio, Guinea e Gahana ed i loro nomi sono: Sinna Jallow, Moussa Keita, Moussa N. Keita, Moussa Konatè, Al Hassane Kone, Siaka Doumbia, Salif Sanjare, Seidou Sako, Sisoko Thiekoro e Issa Traore’.
Dopo un solo mese dal loro arrivo nella città di Almese avvenuto nel marzo del 2015,  i ragazzi sono stati subito coinvolti in un laboratorio teatrale ed in uno di pittura proposti e diretti da Beppe Gromi. Dopo alcuni mesi di intenso lavoro si è consolidata l’identità del gruppo con il nome BLACK FABULA dando vita ad una mostra e allo spettacolo DOVE CIELO TOCCA MARE che ha debuttato nel gennaio del 2016 e che è stato riproposto il 29 ottobre scorso al Teatro Magnetto di almese nel contesto della Rassegna Concentrika dopo una decina di repliche e in una nuova e emozionante versione.


SCHEDA DELLO SPETTACOLO

Regia di Beppe Gromi – Produzione compagnia Fabula Rasa
Con la danzatrice e coreografa DEBORA GIORDI e i BLACK FABULA, i chitarristi DAVIDE SGORLON e LUCIO SIMONI, il musicista PASQUALE LAURO, le danzatrici della COMPAGNIA SOWILO dirette dalla coreografa Simona Brunelli, il CORO DEI MARESCHI diretto da Lorella Perugia e con bambini e ragazzi di scuole elementari e superiori del territorio.
Con questo evento il regista Beppe Gromi presenta In anteprima alcuni tasselli che andranno a comporre il mosaico del nuovo Progetto Black Fabula.
Il primo quadro si apre con le atmosfere di Davide Sgorlon - chitarrista contemporaneo – che accompagnano parole dello scrittore e poeta Lino Di Gianni per far entrare il pubblico nel primo capitolo di questa potente esperienza di integrazione che compie due anni di vita. Il quadro si completa con l’incontro tra le danzatrici della compagnia Sowilo, dirette dalla coreografa Simona Brunelli ed i Black Fabula. Uomini e donne, tra  passaggi, miraggi e incerte prospettive,  si muovono sul riflesso della musica, che abbatte i soliti confini e ci apre il cuore, ogni volta che un pensiero, un’idea diventa suono e colora la vita.
Il passaggio al secondo quadro del mosaico è strettamente legato all’incontro tra la coreografa Debora Giordi e Alhassane Kone della Guinea Conakry. Questo frammento parla, attraverso il corpo, di nomadismo, di libertà e lancia lo sguardo altrove, come una “smisurata preghiera”… Il quadro si chiude con il Coro dei Mareschi, diretto da Lorella Perugia, le loro voci ci avvolgeranno in un emozionate salto nel tempo. Una vibrante e delicata interpretazione, con alla chitarra Lucio Simoni, che non può essere svelata ma che confermerà molte cose...
Il terzo quadro prevede ospiti molto speciali. Per celebrare il ventennale del mitico romanzo Elianto, Beppe Gromi ha coinvolto, come per la creazione del precedente spettacolo, una classe quinta elementare e un manipolo di audaci studenti del Liceo Pascal di Giaveno. Le prime cellule di questo nuovo lavoro sono nate così. I ragazzi ospiti presenteranno uno dei due capitoli messo in scena (Lucifero e La Biblioteca) a conclusione dello scorso anno scolastico.
Nel quarto quadro i Black Fabula, dopo aver giocato con il prologo di Elianto e aver dato alle parole di Benni un nuovo colore e una nuova sonorità, sorprenderanno il pubblico insieme alle danzatrici della Compagnia Sowilo in una nuova collaborazione che ha aperto una nuova strada che il regista Beppe Gromi vuole percorre fino in fondo. Sorprese, fughe e salti nel vuoto. La ferragonia di un neonato universo diventa incontro tra popoli, diversità, metafora di una realtà che sta travolgendo il mondo.
Nel quinto quadro ci sarà poi una piccola “sfida”… un’incursione tra le pagine dedicate a Thelonious Monk, il geniale pianista afroamericano… 
Il sesto quadro sarà un intermezzo con la musica di Pasquale Lauro, elettropaesaggi e coreografia di Zhaydeè Barreto .
Nel settimo quadro, corpi di carta e Africanitudini varie, sono le “altre storie…” che accompagneranno nel cuore del nuovo mosaico che la compagnia Fabula Rasa sta tracciando e che a giugno debutterà come spettacolo completo.
Il quadro attuale della compagnia e del progetto Black Fabula è confuso ma la speranza, le intenzioni e l’energia resistente spingono a guardare ancora avanti perché, anche questa volta, “in ogni istante possiamo trovare un nuovo inizio…” (Peter Brook)


Calcola il percorso per raggiungere l'evento

Mappa

Percorso

  • http://www.autostrade.it
  • http://www.coldiretti.it
  • http://www.codacons.it
  • http://www.markonet.it