Nicola Ulivieri ad Arco con Cervantes

Dettagli

Tipologia:
Cultura/Musica e Spettacolo
Data:
21/10/2016
Indirizzo:
Arco - Trento
Telefono:
339 1525 376
Codice evento:
19800
Voti
2016
23
3.3
Rating:
Attenzione: non è possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine
Regolamento: http://www.italive.it/regolamento

Nicola Ulivieri, una tra le grandi voci della lirica, regala ad Arco, sua città natale, un recital-omaggio allo scrittore Miguel de Cervantes (1547-1616) in cui esegue due cicli di canzoni su testi di Cervantes musicati dai francesi Ravel e Ibert, con l'accompagnamento pianistico di Greta Benini. La serata, inserita nel calendario della Stagione d'autunno del conservatorio Bonporti, è proposta venerdì 21 ottobre al Casinò municipale di Arco con inizio alle ore 20.45, per i 400 anni dalla morte dell'autore del leggendario romanzo che narra le gesta dell'«ingenioso hidalgo» Don Quijote de la Mancha.

Il recital è un'anteprima dei concerti previsti dal 25 al 27 ottobre a Bolzano, Trento e Merano con l'Orchestra Haydn diretta da Arvo Volmer, in cui Nicola Ulivieri eseguirà la versione orchestrale dei due cicli di canzoni. Per la città natale di Ulivieri, si tratta di un grande onore poter ospitare questo straordinario debutto. Lo spettacolo è organizzato dal conservatorio Bonporti, dal Servizio attività culturali del Comune di Arco e dalla Scuola Musicale Alto Garda.

Nel 1932 il regista austriaco G. W. Pabs pianificò di girare un film musicale sulla figura di Don Chisciotte. Invitò a concorso per la composizione delle musiche Maurice Ravel, Jacques Ibert, Manuel de Falla, Darius Milhaud e Marcel Delannoy e scelse le quattro "Chansons de Don Quichotte" di Ibert, su testi di P. De Ronsard e A. Arnoux. Ad interpretarle fu il celebre basso russo Feodor Schaliapin, protagonista del film. La loro riscoperta nelle sale da concerto è fatto relativamente recente: la versione orchestrale, che sottolinea con squisita raffinatezza il clima cavalleresco antico e il colore spagnoleggiante dei testi, è un miracolo di maestria timbrica. Le tre canzoni "Don Quichotte à Dulcinée" di Ravel, su testi di P. Morand, arrivarono in ritardo rispetto a quelle degli altri compositori ma divennero di gran lunga più famose e sono sempre state eseguite da tutti i grandi bassi e baritoni. Il loro carattere popolare ed epico, la scrittura vocale varia, la grande bellezza della linea melodica e allo stesso tempo la particolare difficoltà tecnica le hanno consacrate rapidamente ad un successo duraturo.


Calcola il percorso per raggiungere l'evento

Mappa

Percorso

  • http://www.autostrade.it
  • http://www.coldiretti.it
  • http://www.codacons.it
  • http://www.markonet.it